Amici Volanti

Amici Volanti

   Apr 17

Europa pt. 17

Non solo Europa

ALLODOLE

Si vedono spesso in volo mentre cantano chiassosamente. Costruiscono i nidi sul terreno ove, per i colori smorti, sono poco visibili. Alcune allodole assomigliano agli zigoli ma hanno becco più sottile.

Nome comune: Calandra
Nome scientifico: Melanocorypha calandra
Ordine: passeriformi
Famiglia: alaudidi

La calandra è lunga 19 cm. Vive in zone sassose, terreni coltivati e steppe.
Caratteristiche: macchia nera sul collo e becco massiccio.

Nome comune: Calandrella
Nome scientifico: Calandrella cinerea
Ordine: passeriformi
Famiglia: alaudidi

La calandrella è lunga 14 cm. Vive in zone aperte ed incolte, sabbiose o sassose, steppe e campi.
Caratteristiche: parte inferiore chiara uniforme.

Nome comune: Cappellaccia
Nome scientifico: Galerita cristata
Ordine: passeriformi
Famiglia: alaudidi

Abita la campagna aperta arida ed erbosa, spesso vicino all’abitato, ai lati delle strade.
Caratteristiche: lunga cresta diritta, becco leggermente ricurvo, coda corta con centro scuro e lati fulvi.

Uccello sarto (Orthotomus sutorius)

Dotato di un becco sottile ed appunito simile ad un ago, l’uccello sarto (Orthotomus sutorius) costruisce il proprio nido cucendo i lembi di foglie ampie e robuste con lunghe fibre vegetali. In questo modo ottiene una sorta di piccola tasca, che rende confortevole riempiendola con altre fibre e materiale vegetale soffice raccolto nell’ambiente.

Nome comune: Allodola golagialla
Nome scientifico: Eremophila alpestris
Ordine: passeriformi
Famiglia: alaudidi

L’allodola golagialla è lunga 16 cm. Nidifica sul suolo roccioso nell’estremo nord o sulle alte montagne. Sverna sulle coste, nelle apludi e eni campi presso le coste.
Caratteristiche: cornetti sulla testa (solo il maschio); faccia nera e gialla.

Nome comune: Allodola
Nome scientifico: Alauda arvensis
Ordine: passeriformi
Famiglia: alaudidi

L’allodola è lunga 18 cm. Abita lande, campagne, marcite, zone paludosi e dune di sabbia. Si alza in volo in verticale e canta anche volteggiando.
Caratteristiche: coda con margini bianchi; cresta piccola.

Allodola

Nome comune: Tottavilla
Nome scientifico: Lullula arborea
Ordine: passeriformi
Famiglia: alaudidi

La tottavilla è lunga 15 cm. Frequenta campi ed aperta campagna, fianchi delle colline con qulache albero. Spesso vola in cerchio, cantando.
Caratteristiche: disegno bianco e nero sul davanti dell’ala; coda tutta bruna, cresta piccola.

RONDINI E TOPINI

Hanno volo veloce, spesso raso al suolo, per cacciare insetti. Assomigliano ai rondoni, ma questi ultimi hanno ali più lunghe, tenute distese nel volo. A differnza dei rondoni, che non possono appollaiarsi, rondini e topini si posano spesso sui pali telegrafici, specialmente prima della partenza per la migrazione.

Nome comune: Topino
Nome scientifico: Riparia riparia
Ordine: passeriformi
Famiglia: irundinidi

Il topino è lungo 13 cm. Vive in aperta campagna presso stagni, laghi e fiumi. Nidifica in colonie in tunnels scavati nella sabbia o nei mucchi di ghiaia, sulle sponde dei fiumi, nelle scogliere.
Caratteristiche: come la rondine montana ma con una banda bruna sul petto.

Nome comune: Balestruccio
Nome scientifico: Delichon urbica
Ordine: passeriformi
Famiglia: irundinidi

Il balestruccio è lungo 13 cm. Vive in città e villaggi, ma anche in aperta campagna. Costruisce un nido di fango, con un’apertura minuscola per entrarvi, sotto i cornicioni delle case, i portici, sotto i ponti e anche su rocce e scogliere.
Caratteristiche: dorso blu con groppone bianco, parti inferiori bianche.

Accoppiamento Balestrucci

Balestruccio in volo

Nome comune: Rondine montana
Nome scientifico: Hirundo rupestris
Ordine: passeriformi
Famiglia: irundinidi

La rondine montana è lunga 14 cm. Vive sulle montagne e sulla scogliere marine. Costruisce un nido a mezza coppa col fango nei crepacci, in grotte, sopra gli scogli.
Caratteristiche: dorso bruno, parti inferiori bruno-giallastre uniformi.

Nome comune: Rondine rossiccia
Nome scientifico: Hirundo daurica
Ordine: passeriformi
Famiglia: irundinidi

La rondine rossiccia è lunga 18 cm. Frequenta le rocce dell’entroterra e le coste. Costruisce un nido di fango con un’entrata tubolare (a forma di tubo), nelle grotte, nelle fenditure delle rocce, sotto i ponti.
Caratteristiche: come la rondine, ma senza gola rossa e con groppone bruno-giallastro (non rosso).

Nome comune: Rondine
Nome scientifico: Hirundo rustica
Ordine: passeriformi
Famiglia: irundinidi

La rondine è lunga 19 cm. Costruisce un nido coperto di fango e di paglia sotto le grondaie o sotto i tetti delle stalle, dei letamai. Caccia insetti nei campi, volando bassa sulla superficie del terreno.
Caratteristiche: coda profondamente forcuta, gola rossa, dorso blu.

Pulcini di Rondine

 

ASIA MERIDIONALE
FORESTA PLUVIALE TROPICALE

DRONGO DAL CIUFFO

Nome scientifico: Dicrurus paradiseus
Piccola descrizione: 65 cm. Un esibizionista chiassoso con del talento per la mimetica.

Il vivace e simpatico Drongo dal ciuffo è sempre tra i primi a mettersi in movimento al mattino, lanciando i suoi richiami molto prima dell’alba, e l’ultimo ad interrompere la caccia dopo il tramonto. Molto rumoroso e con un repertorio assortito di richiami forti e metallici e di fischi melodiosi, il Drongo imita alla perfezione i richiami di moltissime specie che dividono con lui l’habitat della foresta. Si conoscono numerose sottospecie formatesi per l’isolamento geografico dall’India verso est, attraverso le sottoregioni dell’Indocina e della Malesia (terraferma ed arcipelago), in quasi tutte le foreste decidue e sempreverdi. Amante soprattutto della giungla secondaria e della foresta mista di bambù, è reperibile dalle pianure fino a 1.500 metri d’altitudine.
Di natura socievole, lo si può vedere da solo, in coppie od a gruppi di cinque o sei, spesso in compagnia di picchi. Ha un’alimentazione mista; diventa particolarmente ghiotto di fronte all’improvviso sciamare delle termiti.
Il volo del Drongo è rumoroso ed irregolare. Le lunghe piumi caudali producono un ronzio e, ad una certa distanza, le punte della “racchetta” sembrano proprio un paio di bombi arrabbiati, all’inseguimento dell’uccello. Audace ed aggressivo durante la nidificazione, riesce persino a mettere in fuga i rapaci.

MERLO SHAMA

Nome scientifico: Copsychus malabaricus
Piccola descrizione: 55 cm. Il corrispondente “silvestre” del Merlo Dajal.

Come aspetto generale ed abitudini, il Merlo shama è immediatamente riconoscibili come parente del Merlo dajal (Copsychus saularis). Anzi, questo bell’uccello dal piumaggio splendente occupa nell’ecologia della foresta la stessa nicchia che il Merlo dajal occupa nelle campagne e nelle città. Il Merlo shama è uno degli uccelli canori più famosi dell’Oriente. Poche sono le specie in grado di competere con la sua gamma di note e con la limpidezza del suo canto melodioso, ma la sua timidezza e l’inaccesibilità del suomhabitat lo rendono poco comune e difficilmente osservabile, anche per un ornitologo armato di eccezionale pazienza. Vive nelle folte foreste tropicali in zone collinose, e preferisce le strette gole e burroni dove la copertura della foresta è interrotta da radure aperte e boschetti di bambù. Si nutre principalmente a terra muovendosi con rapidità in cerca di insetti, vermi e frutti.
Nidifica tra aprile e giugno, costruendosi un nido di radici, erbe e foglie di bambù a forma di coppa, che viene collocato nella cavità di un tronco d’albero o alla base di un fitto boschetto di bambù, che offra protezione alle quattro o cinque uova verde spento, con picchiattature marrone. Il Merlo shama presenta una curiosa parata nuziale consistente nel sorvolare le radure aperte con le ali unite al di sopra del corpo.

Merlo shama e Drongo dal ciuffo (sopra Drongo dal ciuffo sotto Merlo shama)