Amici Volanti

Amici Volanti

   Ago 14

Eurasia pt.11

FARFALLE EURASIA

Nome comune: Vanessa del cardo

Nome scientifico: Cynthia cardui

Ordine: lepidotteri

Famiglia: ninfalidi

DESCRIZIONE

Maschio: lunghezza ali anteriori 27/29 mm, parti superiori fulvo-rosato; parti superiori delle ali anteriori con piccole macchie bianche nell’apice ma non nello spazio internervulare; parti superiori delle ali posteriori piccoli punti neri postdiscali senza pupille; parti inferiori delle ali posteriori area postdiscale leggermente più scura di quelle basali e discali, con inclusi cinque ocelli piuttosto piccoli.

Femmina: simile.

PERIODO DI VOLO

Nell’Europa meridionale da aprile in avanti, puó volare durante tutto l’anno in Africa. Nell’Europa settentrionale e nelle isole britanniche gli individui migranti compaiono in giugno, producendo un’unica generazione a tarda estate.

HABITAT

Pendii, montagne ed ambienti svariati con fiori dalla pianura ai 1800 m od oltre. Piante alimentari dei bruchi l’ortica, i cardi ed altre piante più raramente.

DISTRIBUZIONE

In Gran Bretagna ed in gran parte d’Europa è presente solo come immigrata, rara in Irlanda; è stata citata anche per l’Islanda.

AREALE

Cosmopolita, manca peró in Sudamerica.

ALTRE SPECIE

Cynthia virginiensis: maschio: lunghezza ali anteriori 20/25 mm, dimensioni variabili; parti superiori somiglianti alla vanessa del cardo (Cynthia cardui) ma il colore di fondo è velato d’arancione senza tonalitá rosate; parti superiori delle ali anteriori macchia bianca presente nello spazio internervulare; parti superiori delle ali posteriori macchie postdiscali ingrandite fino a formare degli ocelli con pupilla blu; parti inferiori delle ali posteriori ocelli postdiscali molto grandi in una fascia postdiscale più scura ben netta.

Femmina: simile.

Periodo di volo: giugno o più tardi.

Habitat: ambienti con fiori, generalmente in montagna. Piante alimentari dei bruchi diverse composite.

Distribuzione: isole Canarie; Gran Canaria, Gomera, La Palma, Tenerife. Sporadicamente rara come erratica in Europa sudoccidentale, specialemente in Portogallo.

Areale: isole Canarie ed arcipelago di Madeira. Dall’America temperata (nord) fino al Guatemala ed a Cuba.

Vanessa del cardo (Cynthia cardui)

Vanessa del cardo

Nome comune: Vanessa dell’ortica

Nome scientifico: Aglais urticae urticae

Ordine: lepidotteri

Famiglia: ninfalidi

DESCRIZIONE

Maschio: lunghezza ali anteriori 22/25 mm, parti superiori colore di fondo rosso con disegni neri; parti superiori delle ali anteriori con piccole macchie nere postdiscali; parti superiori delle ali posteriori area basale nera; parti inferiori delle ali posteriori area basale marrone scuro, area postdiscale più chiara con una fascia marginale scura.

Femmina: simile, leggermente più grande.

PERIODO DI VOLO

Maggio o più tardi, con una o più generazioni; una sola generazione nell’Europa settentrionale; gli individui che hanno ibernato compaiono in marzo/aprile.

HABITAT

Ambienti con fiori dal livello del mare ai 2100 m, frequente come migratrice nelle zone più alte delle montagne. Piante alimentari dei bruchi le ortiche.

DISTRIBUZIONE

Tutta l’Europa occidentale fino al circolo polare artico; manca in Nordafrica e nelle isole atlantiche.

AREALE

Dall’Europa occidentale attraverso la Russia e l’Asia fino alla costa del Pacifico.

ALTRE SPECIE

Aglais urticae ichnusa: somigliante alla vanessa dell’ortica (Aglais urticae urticae) ma parti superiori con colore di fondo rosso più brillante e le macchie nere postdiscali mancano o sono estremamente ridotte.

Periodo di volo ed habitat: come per la vanessa dell’ortica (Aglais urticae urticae).

Distribuzione: Corsica e Sardegna.

Vanessa dell’ortica (Aglais urticae urticae)

Vanessa dell'ortica

Vanessa dell’ortica (Aglais urticae urticae)

Vanessa dell'ortica

Vanessa dell’ortica (Aglais urticae urticae)

Vanessa dell'ortica

Aglais urticae ichnusa

Aglais urticae ichnusa

Nome comune: Vanessa c-bianco

Nome scientifico: Polygonia c-album

Ordine: lepidotteri

Famiglia: ninfalidi

DESCRIZIONE

Maschio: lunghezza delle ali anteriori 22/24 mm, parti superiori marrone-aranciato con disegni più scuri; parti inferiori delle ali posteriori con un disegno a forma di C alla fine della cellula. Prima generazione disegni e sfumature molto brillanti nel maschio e nella femmina. Seconda generazione più scura; femmina parti inferiori delle ali posteriori marrone molto scuro, con disegni nerastri e tracce di verde.

PERIODO DI VOLO

Giugno e fine luglio/agosto con due generazioni; dopo l’ibernazione la farfalla ricompare in marzo/aprile.

HABITAT

Ambienti con fiori, margini dei boschi, giardini, dalla pianura ai 2000 m. Piante alimentari dei bruchi le ortiche, i salici, il luppolo ed altri alberi.

DISTRIBUZIONE

Europa occidentale, comprese le maggiori isole del Mediterraneo. Nordafrica, in Marocco, Algeria e Tunisia, non rara nella catena dell’Atlante. Manca dalle isole Baleari ed a Creta.

AREALE

Dal Nordafrica attraverso l’Europa fino alla Cina ed al Giappone.

Vanessa c-bianco (Polygonia c-album)

Polyginia C-Album

La farfalla Polygonia c-album si nutre prevalentemente del nettare del sambuco. Allo stadio larvale, invece, è fitofaga: si ciba delle foglie di piante quali l’ortica, il luppolo ed il ribes.

Nome comune: Vanessa egea

Nome scientifico: Polygonia egea

Ordine: lepidotteri

Famiglia: ninfalidi

DESCRIZIONE

Maschio: lunghezza ali anteriori 22/23 mm; prima generazione parti superiori marrone-giallo con piccoli disegni marrone più scuro; parti inferiori disegni bruni confusi nel colore di fondo giallastro, con una fascia di sottili strie nell’area postdiscale; parti inferiori delle ali posteriori con un piccolo disegno bianco a forma di Y lungo la nervatura discoidale.

Femmina: simile. Seconda generazione parti superiori leggermente più scure, fulvo-marrone carico con disegni più scuri, parti inferiori più scure, disegni grigio-marrone.

PERIODO DI VOLO

Maggio/giugno ed agosto/settembre con due generazioni; di nuovo durante la primavera dopo l’ibernazione.

HABITAT

Ambienti rocciosi e soleggiati, anche aridi, raramente sopra i 1200 m.

DISTRIBUZIONE

Largamente diffusa nel sudest della Francia ed in Italia. Comune nell’Europa sudorientale, isole mediterranee comprese, ma manca in Nordafrica, Portogallo, Spagna ed isole Baleari.

AREALE

Dalla Provenza (regione della Francia) attraverso l’Europa meridionale, l’Asia Minore e la Siria fino all’Iran.

Vanessa egea (Polygonia egea)

Egea

Nome comune: Vanessa levana

Nome scientifico: Araschnia levana

Ordine: lepidotteri

Famiglia: ninfalidi

DESCRIZIONE

Maschio: lunghezza delle ali anteriori 16/19 mm; prima generazione parti superiori giallo-marrone con disegni neri irregolari; parti superiori delle ali anteriori disegno giallo lungo la costa e piccole macchie bianche postdiscali e nell’apice; parti inferiori delle ali posteriori rosso-bruno scuro con disegni complicati, nervature bianche e linee a reticolo.

Femmina: simile. Seconda generazione parti superiori nere, fasce discali giallo pallido o bianche, interrotte nelle parti superiori delle ali anteriori; parti inferiori con disegni chiari lineari; femmina: simile.

PERIODO DI VOLO

Maggio/inizio giugno ed agosto/settembre; in certe regioni la prima generazione puó giá comparire in aprile e vi puó essere una terza generazione.

HABITAT

Foreste rade dalla pianura ai 900 m. Piante alimentari le ortiche. Le larve sono gregarie.

DISTRIBUZIONE

Europa centrorientale fino alla costa baltica. In Francia è comune nelle regioni settentrionali e centrali, spingendosi a sud fino ai Pirenei. Molto localizzata, ma con un areale esteso alla Spagna ed al Portogallo settentrionali; nell’Europa settentrionale è generalmente distribuita a nord delle Alpi, ma rara in Svizzera e nei Balcani settentrionali. Manca in Gran Bretagna, Francia sudorientale, Italia e Balcani meridionali.

AREALE

Dalla Francia attraverso l’Europa centrale, la Russia e l’Asia fino al Giappone.

Vanessa levana Araschnia levana (maschio)

Vanessa levana (maschio)

Vanessa levana Araschnia levana (femmina)

Vanessa levana (femmina)