Amici Volanti

Amici Volanti

   Mag 02

Eurasia Pt.6

FARFALLE EURASIA

Nome comune: Briseide

Nome scientifico: Chazara briseis

Ordine: lepidotteri

Famiglia: satiridi

DESCRIZIONE

Maschio: lunghezza ali anteriori 21/30 mm, dimensioni variabili; parti superiori colore di fondo bruno scuro, fasce postdiscali bianco-crema, interrotto dal colore di fondo lungo le nervature nelle ali anteriori, ma non in quelle posteriori; parti superiori delle ali anteriori margine costale quasi bianco, più o meno spolverato di marrone, grande macchia androconiale sotto la cellula, alla cui base vi è spesso un’area chiara; parti inferiori delle ali posteriori bianco-crema spolverato di bruno, grande macchia marrone dalla costa alla cellula ed un’altra simile vicino al margine interno, bordatura marginale grigia.

Femmina: più grande, ali anteriori fino a 34 mm, parti superiori delle ali anteriori fascia bianca postdiscale meno regolare; parti inferiori delle ali posteriori disegni confusi, spolverati e marezzati di grigio-bruno; dimorfica, macchie bianche a volte sostituite da altre color camoscio.

PERIODO DI VOLO

Giugno o più tardi.

HABITAT

Ambienti secchi e rocciosi dalle basse altitudini fino ai 1800 m in Nordafrica. Piante alimentari dei bruchi diverse erbe.

DISTRIBUZIONE

Europa centromeridionale. Africa, comune in Marocco, Algeria e Tunisia. Manca dal nord e nordovest della Francia, dalla Gran Bretagna, Corsica, Sardegna, isola d’Elba (isola del Mar Tirreno), isole Baleari e Creta.

AREALE

Dal Nordafrica, Spagna e Francia meridionale attraverso l’Europa fino all’Asia occidentale, all’Iran, ai monti Altaj (Russia meridionale-Mongolia) ed al Pamir (monti della Russia meridionale, regione Tagikistan).

Briseide Chazara briseis (maschio)

Briseide (maschio)

Briseide Chazara briseis (femmina)

Briseide (femmina)

Nome comune: Circe o Silene

Nome scientifico: Brintesia circe

Ordine: lepidotteri

Famiglia: satiridi

DESCRIZIONE

Maschio: lunghezza ali anteriori 33/36 mm, parti superiori nere con singole fasce postdiscali bianco-latte ed interrotte su entrambe le ali; parti superiori delle ali anteriori un unico ocello apicale, generalmente cieco (=senza pupilla); parti inferiori delle ali posteriori disegni mimetici, fasce bianche postdiscali evidenti.

Femmina: simile, più grande, con ali anteriori fino a 40 mm.

PERIODO DI VOLO

Giugno/luglio.

HABITAT

Boschi radi, dalla pianura fino a circa i 1400 m. Piante alimentari dei bruchi diverse erbe.

DISTRIBUZIONE

Europa meridionale e centrale, ma giunge più a nord nell’est. Largamente diffusa e generalmente comune dalla Spagna, Portogallo e Francia verso est, con limite nord della Germania centrale, Cecoslovacchia, Ungheria e Romania. Manca dalla Gran Bretagna, dal Belgio, Olanda e Nordafrica.

AREALE

Dall’Europa occidentale attraverso l’Asia Minore fino all’Iran ed all’Himalaya.

Circe o Silene Brintesia circe

Circe

Nome comune: Megera

Nome scientifico: Lasiommata megera megera

Ordine: lepidotteri

Famiglia: satiridi

DESCRIZIONE

Maschio: lunghezza ali anteriori 19/25 mm, parti superiori colore di fondo giallo-arancione con disegni alari neri a reticolo; parti superiori delle ali anteriori ocello apicale e macchia androconiale cospicui; parti superiori delle ali posteriori ocelli postdiscali; parti inferiori delle ali posteriori grigie con disegni basali e discali confusi e comprendenti ocelli postdiscali cerchiati di bruno.

Femmina: simile, parti superiori spesso leggermente più pallide.

PERIODO DI VOLO

Marzo o più tardi, con due generazioni in Europa centrale, tre in quella meridionale.

HABITAT

Terreni incolti, giardini, radure dei boschi, dal livello del mare fino ai 1500 m. Piante alimentari dei bruchi diverse erbe.

DISTRIBUZIONE

Largamente diffusa in Nordafrica ed Europa, comprese l’Irlanda e le isole mediterranee. Manca nell’arcipelago di Madeira e nelle isole Canarie; è sostituita in Corsica e Sardegna da altre sottospecie.

AREALE

Dall’Europa occidentale e dal Nordafrica attraverso la Russia e l’Asia Minore fino alla Siria, al Libano ed all’Iran.

ALTRE SPECIE

Lasiommata megera paramegera: maschio: lunghezza ali anteriori 18/19 mm, somiglia alla Megera (Lasiommata megera megera), ma la linea postdiscale nera delle parti superiori delle ali anteriori è sottile, spesso incompleta; parti superiori delle ali posteriori mancanti della linea grigia postdiscale interna agli ocelli.

Periodo di volo: da aprile a settembre, probabilmente con tre generazioni.

Habitat: ambienti pietrosi, specialmente in praterie aperte intorno ai 900 m.

Distribuzione: Sardegna e Corsica. Isole Baleari (Maiorca), la maggior parte degli esemplari non si distinguono dalla razza sarda.

Megera Lasiommata megera megera (maschio)

 Megera (maschio)

Megera Lasiommata megera megera (femmina)

Megera (femmina)

Lasiommata megera paramegera (maschio)

Megera sottospecie (maschio)

Lasiommata megera paramegera (femmina)

Megera sottospecie (femmina)

Nome comune: Icaro

Nome scientifico: Polyommatus icarus

Ordine: lepidotteri

Famiglia: licenidi

DESCRIZIONE

Maschio: lunghezza delle ali anteriori 14/18 mm, dimensioni variabili; parti superiori senza androconi, colore di fondo blu-violetto chiaro con sottili linee nere marginali; parti inferiori colore di fondo grigio con una spolveratura basale azzurro-verde, disegni ben sviluppati; parti inferiori delle ali anteriori con punto nella cellula ed un secondo punto basale sotto questo, punti postdiscali disposti regolarmente secondo una curva sinuosa e lunule arancione submarginali più o meno sviluppate; parti inferiori delle ali posteriori con tutti i disegni tipici e tratto bianco lungo la nervatura oltre il punto postdiscale.

Femmina: parti superiori marrone, spesso svolverate d’azzurro, lunule arancione submarginali generalmente in serie completa su entrambe le ali; parti superiori delle ali posteriori con punti neri premarginali (=prima del margine) tra le nervature; parti inferiori colore di fondo marrone, tutti i disegni sono meglio sviluppati.

PERIODO DI VOLO

Aprile e mesi successivi con due o tre generazioni nel sud Europa, un’unica generazione in giugno/luglio nell’estremo nord.

HABITAT

Prati ed ambienti aperti, dalla pianura ai 1800 m od oltre. Piante alimentari dei bruchi piccole leguminose, specialmente trifogli.

DISTRIBUZIONE

Nordafrica, isole Canarie, tutt’Europa fino all’estremo nord e tutte le isole mediterranee; una delle farfalle più comuni ed ubiquitarie, nell’Alto Atlante (Marocco) vive fino ai 2700 m.

AREALE

Dalle isole Canarie e dall’Africa settentrionale attraverso l’Europa fino all’Asia temperata.

ALTRE SPECIE

Eros (Polyommatus eros eros): Maschio: lunghezza delle ali anteriori 13/14 mm, parti superiori azzurro chiaro lucente con bordature marginali nere larghe; parti inferiori somiglianti fortemente alla Icaro (Polyommatus icarus), parti inferiori delle ali posteriori con spolveratura basale azzurro chiaro; lunule arancione submarginali e punti neri premarginali molto variabili, raramente ben sviluppati; parti inferiori colore di fondo marrone-grigiato con disegni, spolveratura azzurra basale ridotta.

Periodo di volo: luglio/agosto con un’unica generazione.

Habitat: montagne, su pendici erbose intorno ai 1500-2400 m, nei Pirenei e nelle Alpi, ma a partire dai 1300 m negli Appennini. Piante alimentari dei bruchi diverse leguminose.

Distribuzione: Francia, sulle montagne più alte del Cantal (Francia), Pirenei e delle Alpi Marittime verso est attraverso le Alpi fino al Gross Glokner (Austria). In Spagna, solo in Catalogna. Localizzata sugli Appennini a partire dai 1200 m. Segnalata sporadicamente nei Balcani. Manca nei Carpazi. Nella Grecia meridionale, Polyommatus eros menelaos, più grossa, maschio: lunghezza delle ali anteriori 14/17 mm, disegni come nella Eros (Polyommatus eros eros). Vola a fine giugno/luglio sui Taygetos (Grecia del sud), dai 1200 m in su.

Icaro Polyommatus icarus (maschio)

Icaro (maschio)

Icaro Polyommatus icarus (femmina)

Icaro (femmina)

Eros Polyommatus eros eros

Eros