Amici Volanti

Amici Volanti

   Apr 25

Eurasia Pt.5

FARFALLE EURASIA

Nome comune: Galatea

Nome scientifico: Melanargia galathea galathea

Ordine: lepidotteri

Famiglia: satiridi

DESCRIZIONE

Maschio: lunghezza ali anteriori 23/26 mm, parti superiori delle ali anteriori cellula senza la barra trasversale isolata, la macchia bianca della cellula occupa soltanto i due terzi basali; parti inferiori delle ali posteriori disegni neri, ocelli racchiusi in una fascia scura submarginale interrota, banda scura discale larga sulla costa nello spazio internervulare.

Femmina: più grande, ali anteriori fino a 28 mm, parti inferiori delle ali posteriori disegni generalmente bruno-giallastro con colore di fondo giallo chiaro.

PERIODO DI VOLO

Giugno/luglio.

HABITAT

Ovunque negli ambienti erbosi, dal livello del mare ai 1500 m. Piante alimentari dei bruchi diverse piante erbacee.

DISTRIBUZIONE

Dall’Europa occidentale, eccettuato il sudovest, a nord fino all’Inghilterra meridionale ed alla costa baltica della Germania, Lituania, citazioni non certe per la Danimarca. Manca nella Scandinavia (Norvegia, Svezia, Finlandia) ed Estonia. È presente anche sui monti Cantabrici (Nord della Spagna) e localmente sui versanti meridionali dei Pirenei (Spagna-Francia) e nel sudovest della Francia.

AREALE

Nordafrica ed Europa fino al Caucaso ed all’Iran del nord.

ALTRE SPECIE

Melanargia galathea lachesis: lunghezza ali anteriori 25/28 mm, leggermente più grande della galatea (Melanargia galathea galathea); parti superiori disegni meno spessi, specialmente le macchie basali e discali, di frequente evanescenti; parti superiori delle ali anteriori macchia bianca cellulare estesa a punta netta nell’interno della parte terminale della cellula, i cui disegni scuri sono molto ridotti; parti inferiori delle ali posteriori con disegni grigi, fascia centrale scura sottile lungo la costa nello spazio internervulare. Femmina: spesso più grande.

Periodo di volo ed habitat: come per la galatea (Melanargia galathea galathea).

Distribuzione: sudest della Francia, non ad oriente del Rodano (fiume della Francia). Spagna e Portogallo, generalmente diffusa a sud dei Pirenei e dei monti Cantabrici (Nord della Spagna).

Melanargia galathea lucasi: maschio: lunghezza delle ali anteriori 26/28 mm, parti superiori disegni neri marcati; macchia bianca cellulare estesa, separata dalla parte terminale della cellula mediante una piccola macchia grigia; parti inferiori delle ali anteriori cellula limitata distalmente, prima della fine, da una breve barra nera; parti inferiori delle ali posteriori banda nera centrale sottile vicino la costa nello spazio internervulare. Femmina: più grande, parti inferiori delle ali posteriori leggermente giallastre, con ocelli più grandi e pupille azzurre.

Periodo di volo: giugno/inizio luglio.

Habitat: localizzata nelle aree a vegetazione erbacea dei monti dell’Atlante (Marocco-Algeria), ove vive intorno ai 900-2100 m.

Distribuzione: Algeria, Marocco e Tunisia. La specie abituale del Marocco è leggermente più grande di quella dell’Algeria, con disegni neri più marcati.

Galatea Melanargia galathea galathea (maschio)

Galatea (maschio)

Galatea Melanargia galathea galathea (femmina)

Galatea (femmina)

Melanargia galathea lachesis

Galatea

Melanargia galathea lucasi

Galatea lucasi

Nome comune: Semele

Nome scientifico: Hipparchia semele semele

Ordine: lepidotteri

Famiglia: satiridi

DESCRIZIONE

Maschio: lunghezza delle ali anteriori 21/25 mm, frange chiare, striate di bruno; parti superiori colore di fondo marrone; parti superiori delle ali anteriori con macchie androconiali evidenti sotto la nervatura mediana, fascia gialla postdiscale spesso non ben definita, sfumata ed interrotta lungo le nervature dal colore di fondo, racchiude degli ocelli negli spazi internervulari; parti superiori delle ali posteriori area submarginale arancione con ampie interruzioni in corrispondenza delle nervature e con incluso un piccolo ocello nello spazio internervulare; parti inferiori delle ali posteriori mimetiche, marezzate di grigio chiaro e scuro, area basale più scura generalmente definita e seguita da una fascia postdiscale grigio chiaro o bianca. Femmina: più grande, parti superiori disegni gialli più estesi con una spolveratura meno scura; parti inferiori della ali posteriori disegni con marezzatura più uniforme e fascia chiara postdiscale mediocremente sviluppata.

PERIODO DI VOLO

Luglio/agosto.

HABITAT

Praterie aperte e scarpate pietrose dal livello del mare fino a moderate altitudini, ama posarsi sul terreno nudo in pieno sole. Piante alimentari dei bruchi diverse erbe.

DISTRIBUZIONE

Fennoscandia (Norvegia, Svezia, Finlandia) meridionale, Gran Bretagna, Germania settentrionale, Cecoslovacchia e Francia del nord.

AREALE

Dall’Europa centroccidentale attraverso la Russia meridionale. I limiti dell’areale asiatico sono poco conosciuti.

ALTRE SPECIE

Hipparchia semele cadmus: maschio: lunghezza delle ali anteriori 27/30 mm, più grande, parti superiori spolveratura scura più estesa; parti superiori delle ali anteriori fascia gialla postdiscale evanescente o limitata a poche scaglie gialle attorno agli ocelli; parti superiori delle ali posteriori disegni submarginali arancione generalmente brillanti; parti inferiori delle ali posteriori area scura basale e fascia bianca postdiscale. Femmina: più grande, parti superiori con disegni brillanti, con aree gialle intorno agli ocelli spesso costituenti una banda postdiscale interrotta.

Periodo di volo: fine maggio o più tardi.

Habitat: dalla pianura ai 1500 m od oltre; abituale sottospecie di montagna della specie.

Distribuzione: Europa centromeridionale, specialmente nelle Alpi, nei Pirenei e nelle zone montuose della Spagna, del Portogallo e dei Balcani fino al Peloponneso (regione della Grecia). Manca in Sardegna, Corsica, Malta ed isole Baleari (isole del Mar Mediterraneo).

Semele Hipparchia semele semele

Semele

Hipparchia semele cadmus (maschio)

Semele cadmus (maschio)

Hipparchia semele cadmus (femmina)

Semele cadmus (femmina)

Nome comune: Satiro del Faggio

Nome scientifico: Hipparchia fagi

Ordine: lepidotteri

Famiglia: satiridi

DESCRIZIONE

Lunghezza delle ali anteriori 33/38 mm, parti superiori grigio-bruno scuro; parti superiori delle ali nateriori fascia postdiscale giallastro chiaro spolverata di scuro e con inclusi piccoli ocelli postdiscali; parti superiori delle ali posteriori fascia postdiscle meglio delineata, generalmente bianca, spesso con un piccolo ocello nello spazio internervulare, margine esterno dell’area basale scura quasi rettilineo o leggermente ondulato; parti inferiori delle ali anteriori fascia postdiscale bianca o leggermente giallastra vicino l’apice, area basale scura non nettamente angolata; parti inferiori delle ali posteriori fascia postdiscale bianca, che diviene più scura vicino al margine esterno, nell’insieme è ricoperta da marezzature scure e striature.

Femmina: più grande, parti superiori fasce postdiscali più pallide e meglio definite, spesso giallognole vicino l’apice delle ali anteriori.

PERIODO DI VOLO

Luglio/agosto.

HABITAT

Vive tra alberi e cespugli, ove spesso riposa sui tronchi, dalla pianura ai 900 m. Piante alimentari dei bruchi diverse erbe, faggi.

DISTRIBUZIONE

Europa centrale e meridionale, comprese la Grecia e la Bulgaria. Manca dal nordovest della Francia, dal centrosud della Spagna, dal Portogallo, Germania settentrionale, Fennoscandia ed isole mediterranee eccettuata la Sicilia.

AREALE

Dalla Francia attraverso l’Europa ed i Balcani fino alla Russia meridionale.

Satiro del faggio Hipparchia fagi (maschio)

Satiro del faggio (maschio)

Satiro del faggio Hipparchia fagi (femmina)

Satiro del faggio (femmina)