Amici Volanti

Amici Volanti

   Apr 24

Eurasia Pt.4

FARFALLE EURASIA

Nome comune: Cedronella

Nome scientifico: Gonepteryx rhamni

Ordine: lepidotteri

Famiglia: pieridi

DESCRIZIONE

Maschio: lunghezza ali anteriori 26/30 mm, testa ed antenne rosse; parti superiori colore di fondo giallo-limone uniforme su entrambi le ali, una piccola macchia discoidale arancione in ogni ala, nervature marcate da piccoli puntini scuri sul margine alare, nelle ali anteriori; parti inferiori con disegni simili; parti inferiori delle ali posteriori saltuariamente piccoli punti bruni postdiscale tra le nervature.

Femmina: bianco-verdastro con disegni alari simili.

PERIODO DI VOLO

Giugno o più tardi con un’unica generazione in Europa, dopo avere svernato riappare ad inizio primavera; una seconda generazione vola nelle regioni mediterranee in agosto/settembre.

HABITAT

Boschi radi ed ambienti aperti dal livello del mare ai 1800 m. Piante alimentari dei bruchi: fragola, spincervino.

DISTRIBUZIONE

Largamente diffusa in Nordafrica ed in Europa. Manca dalle Baleari, da Creta e dalle isole atlantiche.

AREALE

Dal Nordafrica ed Europa occidentale attraverso la Russia fino alla Siberia ed al Giappone.

CARATTERISTICHE

La cedronella (Gonepteryx rhamni) è una farfalla molto diffusa in tutta Europa, sia in pianura, nelle brughiere e lungo i fiumi, sia nelle montagne fino a 2000 m di altitudine. L’insetto sverna in veste di adulto, celandosi fra le sterpaglie del terreno o del muschio, e molto presto ai primi tepori della primavera si alza in volo.

La cedronella riesce a volare a lungo senza atterrare e frequenta regioni boschive, giardini e parchi. In questa specie vi è dimorfismo sessuale: il maschio ha ali di colore giallo-limone (da cui il nome comune dato alla farfalla), mentre la femmina le ha verdastre; in ambidue i sessi sia le ali anteriori sia le posteriori sono marcate da una macchia rosso-arancio.

La cedronella si accoppia in primavera e la femmina depone le uova, allungate ed appuntite, sulle foglie dei cespugli. Da esse sgusciano larve verdi, con striature biancastre sui fianchi che si confondono bene con le nervature centrali delle foglie. Anche la crisalide si confonde con l’aspetto delle foglie. Frequentemente, se l’autunno non è molto rigido, è possibile vedere la cedronella che si attarda all’aperto, prima di trovare un angolo riparato ove svernare. La cedronella puó vivere da nove a dieci mesi.

Simile alla cedronella è la cleopatra (Gonepteryx cleopatra cleopatra), mediterranea, cha ha una grande macchia arancione sulle ali anteriori. Comuni Pieridi sono la cavolaia maggiore (Pieris brassicae) e la navoncella (Pieris napi).

Cedronella Gonepteryx rhamni (maschio)

Cedronella (maschio)

Cedronella Gonepteryx rhamni (maschio)

Cedronella

Cedronella Gonepteryx rhamni (femmina)

Cedronella (femmina)

Cedronella (maschio)

Cedronella su fiore

Nome comune: Cleopatra

Nome scientifico: Gonepteryx cleopatra cleopatra

Ordine: lepidotteri

Famiglia: pieridi

DESCRIZIONE

Maschio: lunghezza ali anteriori 25/30 mm, somigliante alla Cedronella (Gonepteryx rhamni), ma parti superiori delle ali anteriori rosso-arancio carico con una fascia marginale gialla larga 5-6 mm; parti inferiori costa della ali anteriori ed ali posteriori nella loro interezza verde pallido o gialle, è comune in Nordafrica.

Femmina: somiglia alla Cedronella (Gonepteryx rhamni), ma parti inferiori delle ali anteriori con una leggera screziatura arancione traversante la cellula sopra la nervatura mediana.

PERIODO DI VOLO

Maggio/giugno e più tardi a seconda della localitá. Forse due generazioni autunnali nella Spagna meridionale ed in Nordafrica.

HABITAT

Comune nei pressi di boschi radi ed in ambienti aperti, dal livello del mare ai 1800 m. Piante alimentari dei bruchi: fragola, spincervino.

DISTRIBUZIONE

Marocco, Algeria, Tunisia, Sicilia, Grecia e tutte le isole del Mediterraneo comprese le Baleari e Creta.

AREALE

Dall’arcipelago di Madeira e dalle isole Canarie attraverso il Nordafrica e l’Europa meridionale fino alla Siria.

ALTRE SPECIE

Gonepteryx cleopatra europaea: maschio: parti superiori delle ali nateriori l’area discale arancione è un po’ più grande e di colore più carico, con una fascia marginale gialla larga solo 3-4 mm; angolo nella nervatura delle ali anteriori ben definito, ma i caratteri distintivi sono leggermente variabili e non sempre ben evidenti.

Periodo di volo: maggio/giungo, con una seconda schiusura in agosto/settembre; gli individui svernanti ricompaiono da marzo.

Habitat: generalmente in zone montane non molto alte, intorno ai 600-900 m.

Distribuzione: Spagna, Portogallo, Francia centrale e meridionale, spingendosi fino a Grenoble (città della Francia) ed alla Dordonga (fiume della Francia), Italia, largamente diffusa fino a qualche vallata meridionale (sporadicamente) delle Alpi.

Gonepteryx cleopatra mederensis: maschio: lunghezza ali anteriori 28-30 mm, angolo di ali posteriori nella nervatura generalmente sviluppato; parti superiori delle ali anteriori arancione scuro, stretto bordo marginale giallo. Femmina: parti superiori verdastre con una leggerissima ombreggiatura giallastra.

Periodo di volo ed habitat: per lo più comune da aprile ad ottobre, ma probabilmente vola tutto l’anno. Largamente distribuita ma localizzata nelle zone montuose, nelle macchie e nei terreni accidentati cespugliosi raramente al di sotto dei 700 m e sopra i 1400 o più.

Distribuzione: ristretta all’arcipelago di Madeira. Piante alimentari dei bruchi: spincervino, fragola.

Gonepteryx cleopatra palmae: maschio: lunghezza ali anteriori 30-33 mm, bordo esterno quasi diritto, apice leggermente falcato; parti superiori delle ali anteriori giallo-limone soffuso di arancione pallido che passa al giallo vicino il bordo esterno, striscia marginale rosso-bruna e macchiette lungo le nervature spesso ben sviluppate; ali anteriori bordo con angolo smussato nella nervatura; parti superiori delle ali posteriori giallo-limone; parti inferiori giallo-verde pallido, parti inferiori delle ali anteriori con disco più pallido. Femmina: parti superiori delle ali anteriori bianche, lavate di giallastro all’apice; parti superiori della ali posteriori arancione estremamente pallido; parti inferiori verde chiarissimo, disco delle ali anteriori bianco.

Periodo di volo: marzo/giugno, forse anche più tardi.

Habitat: terreni accidentati e cespugliosi intorno ai 600 m.

Distribuzione: isole Canarie, localizzata alla sola La Palma.

Gonepteryx cleopatra cleobule: maschio: lunghezza ali anteriori 32/34 mm, somigliante alla Gonepteryx cleopatra palmae, ali anteriori con bordo esterno più sinuoso ed apice più falcato; parti superiori delle ali anteriori area arancione estesa quasi fino al bordo esterno; ali posteriori con angolo nella nervatura poco marcato od assente, nervature segnate da evidenti macchie rosso-brune; parti superiori delle ali posteriori giallo-limone leggermente velate d’arancione. Femmina: parti superiori giallo-limone largamente soffuso d’arancione nelle ali anteriori e sulla zona postdiscale della ali posteriori.

Periodo di volo: febbraio/marzo e più tardi fin verso la metá di agosto.

Habitat: terreni accidentati intorno ai 600-1800 m. Piante alimentari dei bruchi: fragola, spincervino.

Distribuzione: localizzata solo a Tenerife e Gomera (isole Canarie). Le femmine di Gomera sono bianco-giallatro più pallido con una velatura arancione pallida e ridotta al minimo, forse sono una razza locale minore. Il ciclo vitale di questa specie nelle isole Canarie non è stato ancora ben interpretato. Si sa che essa vola in gennaio, febbraio, marzo, maggio, giugno, luglio, agosto e forse più tardi. Sembra possibile che la farfalla voli tutto l’anno; non è segnalato il normale periodo di ibernazione.

Cleopatra Gonepteryx cleopatra cleopatra (maschio)

Cleopatra (maschio)

Cleopatra Gonepteryx cleopatra cleopatra (femmina)

Cleopatra (femmina)

Gonepteryx cleopatra cleobule

 Cleopatra  cleobule

Gonepteryx cleopatra palmae (femmina)

Cleopatra palmae (femmina)

Nome comune: Pieride della senape

Nome scientifico: Leptidea sinapis

Ordine: lepidotteri

Famiglia: pieridi

DESCRIZIONE

Maschio: lunghezza ali anteriori 19/24 mm, clave delle antenne nere, estremità bruno-castane con una macchia bianca al di sotto; parti superiori bianco puro. Prima generazione parti superiori delle ali anteriori macchia apicale grande e grigia; parti inferiori delle ali anteriori costa grigia, apice giallastro; parti inferiori delle ali posteriori giallastre con una spolveratura grigia scura diffusa su gran parte dell’ala eccettuate la cellula e la zona all’esterno.

Femmina: parti superiori delle ali anteriori macchia apicale ridotta a striature grigie lungo le nervature. Seconda generazione femmina: parti superiori delle ali anteriori macchia apicale nera, più piccola ed arrotondata; parti inferiori delle ali posteriori disegni ridotti a qualche debole marezzatura grigio-giallastra, ma generalmente con una fascia grigia sopra la regione anale.

Maschio: parti superiori delle ali anteriori macchia apicale appena accennata od assente.

PERIODO DI VOLO

Aprile/maggio e mesi successivi in due o più generazioni.

HABITAT

Foreste rade dalla pianura ai 1500 m. Piante alimentari dei bruchi diverse leguminose.

DISTRIBUZIONE

Largamente diffusa nell’Europa occidentale, comprese le isole del Mediterraneo, Marocco, manca in Scozia e Malta.

AREALE

Dall’Europa occidentale attraverso la Russia fino al Caucaso ed alla Siria.

Pieride della senape Leptidea sinapis (maschio)

Pieride della senape (maschio)

Pieride della senape Leptidea sinapis (femmina)

Pieride della senape (femmina)