Amici Volanti

Amici Volanti

   Lug 22

Classificazione pt.3

Classificazione

Ordine: Gruiformi

Nome Comune: Gallinella d’acqua

Nome scientifico: Gallinula chloropus

Famiglia: Rallidi

Caratteristiche: Di taglia piccola o media, musurando in lunghezza da 13 a 50 cm. Hanno ali corte e coda cortissima; spesso il corpo risulta compresso lateralmente. Le zampe sono moderatamente lunghe con le tibie parzialmente nude; le dita sono lobate nelle folaghe. Il forte becco varia, secondo la specie, da lungo e curvo, a corto e tozzo. Il piumaggio è grigio, nero, bruno, blu o verde, frequentemente striato sul dorso e barrato sul ventre. È raro il dimorfismo sessuale.

Habitat: Prediligono laghi e paludi

Distribuzione: Mondiale, eccetto le regioni polari

Comportamento: Conducono in prevalenza vita solitaria e riservata, notturna o crepuscolare. Sebbene alcune specie siano terricole, gran parte di esse é acquatica, e quasi tutte nuotono abilmente. Generalmente coprono in volo grandi distanze senza disagio. Le penne alari e caudali vengono mutate contemporaneamente. Accompagnano l’andatura con un caratteristico dondolio delle testa e sventolio della coda.

Alimentazione: La dieta è molto varia ed include cibi animali e vegetali.

Riproduzione: Il nido, piatto o a cupola, è composto di vegetazione, viene costruito in acqua, a terra, o in un cespuglio basso. Le uova, da 2 a 16, bianche, fulve o verdastre, e maculate, sono covate dai genitori.

Cura della prole: I piccoli, ricoperti di piumino e nidifughi, sono curati dai genitori.

Ordine Gruiformi

Famiglia Mesenatidi

Nome Comune: Monia

Nome Scientifico: Monias Benschi

Caratteristiche: Lunghi 25-27 cm, con ali e coda arrontondate, le prime piú corte, l’ultima piú lunga. Le zampe, di media lunghezza, possono essere sottili e tozze. La testa é piccola ed il collo medio. Il becco é sottile e diritto in una specie, lungo ed arcuato in un’altra. Il piumaggio é marrone o grigio e verde, la gola ed il petto sono pallidi, maculati o striati. Non c’é dimorfismo sessuale, tranne che nella monia.

Habitat: Foreste e macchie.

Habitat: Madagascar. Foreste tropicali e brughiere

Comportamento: Solitari e terricoli, apparentemente incapaci di volare. Reperibili solitamente in coppie, tranne le monie che vivono in stormi di 30 individui o più.

Alimentazione: Frutta, semi ed insetti. Diurni, vegetariani, e predatori

Riproduzione: Poliandria, in quanto i maschi sono numericamente superiori alle femmine. Viene costruito un nido di rametti e foglie, fino a 2 metri da terra, su un albero o un cespuglio, sempre accessibile senza volare. Le uova, da uno a tre, bianche, bianco-verdastre o grigio cuoio, sono covate da uno od entrambi i genitori.

Cura della prole: Pare che i piccoli, nudi e lanuginosi, siano accuditi dal maschio.

Rapporti con l’uomo: È una famiglia difficile da collocare: la somma dei loro caratteri suggerisce che sono forse affini ai Turnicidi

Vita Sociale: Solitari ed anche gregari

Nidificazione: Piattaforma

Ordine: Tinamiformi

Famiglia: Tinamidi (Tinamidae)

Nome comune: Martinetta dal ciuffo

Nome scientifico: Eudromia elegans

Caratteristiche: Hanno corpo tozzo e compatto, lungo da 20 a 52 cm; ali corte ed arrontondate, spesso nascoste dal piumaggio dell’uropigio. Le gambe sono corte, trigiditate (= con tre dita) anteriormente; l’alluce manca, oppure è in posizione elevata rispetto alle altre dita. Il collo è medio; il becco debole, affusolato e leggermente curvato in su. Il piumaggio è bruno, fulvo o grigio, striato, barrato o chiazzato. Non è presente dimorfismo sessuale.

Habitat: Vario.

Distribuzione: Dal Messico meridionale all’Argentina meridionale.

Comportamento: Sono prevalentemente terricoli. Si difendono dai predatori con un piumaggio fortemente mimetico. Alcune specie sono gregarie; molte sono solitarie, timide e crepuscolari.

Alimetazione: Si nutrono prevalentemente di frutta, sementi e talvolta insetti.

Riproduzione: Spesso un maschio si accoppia con più femmine, le quali depongono le uova in vari nidi, costruiti in depressioni nel terreno e foderati di vegetazione. Le uova, da 1 a 12, sono lucide, verdi, azzurre, gialle o bruno-violacee e vengono incubate dal maschio.

Cura della prole: Le uova di schiudono dopo dopo 19-20 giorni. I piccoli, sorvegliati dal maschio, lasciano il nido nei primi due giorni di vita.

Vita sociale: Gregario e solitario.

Cure parentali: maschio.

Nidificazione: Depressioni nel terreno

Martinetta dal ciuffo

Martinetta dal ciuffo

Ordine: Ciconiformi

Famiglia: Scopidi (Scopidae)

Nome comune: Uccello martello

Nome scientifico: Uccello martello

Caratteristiche: All’apparenza pesanti, simili a cicogne, raggiungono l’altezza di 50 cm ed hanno zampe relativamente corte. Il becco è lungo, diritto ed appiattito lateralmente. Sul capo vi è una cresta, sporgente all’indietro, che è ben visibile quando l’animale è a terra. Il piumaggio è marrone opaco, macchiato di grigio e marrone chiaro; le penne terminali della coda e delle ali e quelle dorsali hanno lievi riflessi violacei.

Habitat: Prediligono paludi, fiumi e brughiere.

Distribuzione: Tutto il continente africano.

Comportamento: Vivono abitualmente da soli od a coppie.

Alimentazione: Si nutrono in acque poco profonde, catturando pesci, piccoli anfibi, grossi insetti e crostacei.

Riproduzione: La coppia costruisce su un albero un enorme nido coperto, alto fino a 180 cm, composto di rametti e foderato di fango. Il maschio ne abbelisce l’esterno con oggetti vivacemente colorati. La femmina depone da tre a sei uova (covate da entrambi i genitori), che schiudono ad intervalli così lunghi che il primo nato può essere già indipendente mentre l’ultimo sta nascendo.

Cura delle prole: I nidiacei vengono nutriti da entrambi i genitori.

Rapporti con l’uomo: La forma e decorazione del nido ha messo questi uccelli in relazione con la magia nera.

Vita sociale: Solitario e coppia fissa.

Cure parentali: entrambi i genitori.

Nidificazione: Chiuso a cupola.

Uccello martello

Uccello martello

Ordine: Ciconiformi

Famiglia: Ciconidi (Ciconiidae)

Nome comune: Cicogna bianca

Nome scientifico: Ciconia ciconia

Caratteristiche: Alti da 75 a 150 cm, hanno ali lunghe e larghe, collo lungo, becco lungo e curvato all’insù o all’ingiù secondo la specie. Hanno gambe lunghissime e dita palmate solamente all’attaccatura; il piumaggio può essere bianco e nero o completamente nero, con sfumature violacee, bluastre o verdi. Non c’è dimorfismo sessuale.

Habitat: Laghi, paludi, campi e pianure.

Distribuzione: Eurasia; Africa; Asia orientale, Filippine; Australia; Stati Uniti del sud; America Centrale e Meridionale.

Comportamento: La maggior parte dei Ciconidi è gregaria e probabilmente anche diurna. Volano vigorosamente, con il collo disteso e la zampe penzolanti all’indietro.

Alimetazione: In prevalenza a base di molluschi, anfibi, pesci ed insetti; il gruppo comprende il Marabù è necrofago.

Riproduzione: Le parate di corteggiamento sono varie con movimenti danzanti molto complessi e vivaci. Molte cicogne nidificano sugli alberi: alcune (come la Cicogna bianca) sui tetti, altre sugli scogli; la nidificazione avviene sovente in colonie. La femmina depone da tre a sei uova bianche in un nido a piattaforma e divide la cova con il compagno.

Cure parentali: I piccoli, dapprima implumi, poi ricoperti di piumino, sono nidicoli e vengono curati da entrambi i genitori.

Vita sociale: Gregario e coppia fissa.

Cure parentali: entrambi i genitori.

Nidificazione: Piattaforma.

Cicogna bianca

cicogna bianca

Ordine: Ciconiformi

Famiglia: Treschiornitidi (Threskiornithidae)

Nome comune: Ibis sacro

Nome scientifico: Ibis sacro

Caratteristiche: Alti da 48 a 105 cm, questi uccelli hanni ali lunghe, coda corta, dita palmate all’attaccatura e collo lungo. Il becco è lungo: ricurvo quello degli ibis, largo e piatto quello delle spatole. Il piumaggio è bianco, grigio-bruno o nero con riflessi verdi, (eccetto nelle specie rosa o rosee). Dimorfismo sessuale molto lieve.

Habitat: Certe specie prediligono paludi ed acquatrini, altre preferiscono le zone asciutte.

Distribuzione: Eurasia, Africa, Australia, Stati Uniti meridionali, America Centrale e Meridionale.

Comportamento: Sono per lo più gregari e volano rigorosamente, con il collo disteso, talvolta planando.

Alimentazione: Si cibano di insetti, crostacei, anfibi, pesci, rettili ed una piccola quantità di vegetali. Le spatole setacciano il cibo dall’acqua immergendo il becco verticalmente e muovendolo da parte parte.

Riproduzione: In un nido di rametti e giunchi, costruito a terra, su uno scoglio o su di un albero, la femmina depone da due a cinque uova, bianche, azzurre o fulve, macchiettate in alcune specie.

Cura delle prole: L’incubazione delle uova e l’allevamento dei piccoli è compito di entrambi i genitori.

Rapporti con l’uomo: L’Ibis sacro rappresenta per gli antichi Egizi il dio Thoth; migliai di ibis sacri mummificati furono scoperti nelle tombe dell’epoca.

Vita sociale: Gregario.

Cure parentali: entrambi i genitori.

Nidificazione: Piattaforma.

Ibis sacro

ibis sacro

Ordine: Galliformi

Famiglia: Cracidi (Cracidae)

Nome comune: Crocco messicano

Nome scientifico: Crax rubra

Caratteristiche: Lunghi da 50 a 100 cm, hanno zampe lunghe e forti; il dito posteriore è ben sviluppato e posto all’altezza delle tre dita anteriori. Ali e coda sono ampie; le parti implumi (zampe, pelle facciale, caruncole e casco) sono vivacemente colorate. C’è dimorfismo sessuale rilevante solo in alcune specie.

Habitat: Strettamente limitato alle foreste umide tropicali.

Distribuzione: Tutte le specie si trovano nelle regioni neotropicali del Nuovo Mondo.

Comportamento: Questi uccelli arborei e terricoli si trovano di solito in gruppi familiari od a coppie. Compiono raramente voli prolungati; la maggior parte delle specie dorme appollaiata sugli alberi o su cespugli. Essi fanno grande uso di richiami vocali.

Alimentazione: Prevalentemente vegetariani, si cibano talvolta anche di invertebrati.

Riproduzione: Questa famiglia è monogama, ad eccezione del Crax daubentoni. I rituali di accoppiamento sono in certi casi elaborati ed in altri più semplici, ma si conoscono pochissimo. Nel nido costruito sulla nuda terra, la femmina depone da due a quattro uova bianche o fulve e le cova per un periodo variante secondo le specie: da 22 a 34-36 giorni.

Cura delle prole: I nidiacei, dapprima nutriti da entrambi i genitori, sono grossi e precoci.

Vita sociale: Gregario e coppia fissa.

Cure parentali: femmina.

Nidificazione: Piattaforma e nido.

Crocco messicano

crocco messicano

Ordine: Galliformi

Famiglia: Tetraonidi (Tetraonidae)

Nome comune: Pernice bianca nordica

Nome scientifico: Lagopus lagopus

Caratteristiche: Lunghi da 30 a 90 cm e di forma compatta, hanno corte ali arrotondate; coda variabile secondo la specie, ma spesso larga. Le gambe sono corte o medie, munite di grosse zampe; il collo è corto, talora adorno di ciuffetti di piume erettili. Il becco è corto; il piumaggio grigio, bruno o nero barrato o a disegni distinti; 3 specie vestono piumaggio bianco in inverno. Alcune specie presentano dimorfismo sessuale.

Habitat: Tundra, distese d’erba, zone boschive.

Distribuzione: America, Europa ed Asia settentrionale.

Comportamento: Questa famiglia prevalentemente terricola è alla mercè di molti predatori e presenta quindi mimetizzazione ben sviluppata. Le pernici bianche, ad esempio, vestono piumaggio color roccia e lichene d’estate, che mutano in bianco nella stagione invernale. Alcune specie sono altamente gregarie, altre solitarie.

Alimentazione: Dieta essenzialmente vegetariana, composta di fogliame, germogli, sementi e bacche; talvolta anche insetti.

Riproduzione: La parata di corteggiamento, assai complessa, avviene in gruppo. Alcune specie sono poligame. Nel nido, costruito in una depressione nel terreno, la femmina depone da 6 a 16 uova, bianche o brune, talvolta maculate, covandole da sola.

Cura delle prole: I piccoli, ricoperti di piumino e nidifughi, sono curati dalla madre.

Vita sociale: Gregario e solitario.

Cure parentali: femmina.

Nidificazione: Depressione nel terreno.

Alimentazione (quando cerca il cibo): Diurno.

Monia

Monias_benschi

monia

monia