Amici Volanti

Amici Volanti

   Feb 20

America Settentrionale Pt.18

Non Solo America Settentrionale

TUCANO TOCO

Nome scientifico: Ramphastus toco

Ordine: piciformi

Famiglia: ranfastidi

Piccola descrizione: è diffuso nelle foreste pluviali dell’America centromeridionale. La dieta di quest’ uccello si compone prevalentemente di frutta, e in misura minore di insetti, vermi, piccoli rettili e uova di altri uccelli.

DESCRIZIONE

Uccello tropicale americano che si distingue per il becco coloratissimo, enorme e leggero. Le dimensioni variano da 18 a 63 cm (a seconda della specie) ed ha un corpo corto e tozzo; la coda, arrotondata e di lunghezza variabile, in alcune specie puó misurare come il resto del corpo. Il collo è grosso e corto e la lingua, lunga e sottile, è frastagliata ai lati, forse per aumentare la sensibilità ai gusti. Le zampe sono robuste, corte e rivestite di grosse scaglie. Le dita sono disposte a due a due, il primo e il quarto rivolti all’indietro. Maschi e femmine hanno colorazione simile.

Il piumaggio di questa specie, che è una delle più grandi, è generalmente nero, con pennellate di bianco, giallo e rosso. Negli aracari, che sono tucani più piccoli, le parti inferiori sono gialle, attraversate da una o più bande nere o rosse, ed i margini della metá superiore del becco presentano una seghettatura pronunciata.

CARATTERISTICHE

Becco molto grande ampio alla base quanto il capo, ma leggerissimo, di colore giallo con punta nera; piume nere con gola bianca; lingua lunga e ristretta, munita di barbe ai lati, atta alla prensione degli insetti.

VITA SOCIALE

Solitamente vive in coppie od in piccoli stormi. Si nutre prevalentemente di frutta e con la punta del becco riesce a manipolare con grande destrezza piccole bacche. Mangia anche uccelli e lucertole di piccola taglia. Costruisce un nido semplicissimo nelle cavitá degli alberi, all’interno dei quali depone uova bianche e lucenti. I piccoli escono dall’uovo completamente nudi, senza traccia di piumino.

DISTRIBUZIONE

Altopiani dell’America meridionale, dalla Guiana al Paraguay.

ALTRE SPECIE

Tucano Ariel (Andigena laminirostris): ha il petto splendidamente colorato di rosso; gialla la gola, rosso il capo con un cappuccio verdastro simile al colore del dorso. Il becco è fasciato alla base da una striscia giallastra.

Distribuzione: vive in Brasile.

Tucano

tucano

tucano

tucano

tucano

tucano

MERLO INDIANO O STORNO INDIANO O GRACULA

Nome scientifico: Acridotheres tristis

Ordine: passeriformi

Famiglia: sturnidi

Piccola descrizione: lo storno indiano, o gracula, o merlo indiano è, uccello noto per la capacitá di imitare la voce umana e diversi tipi di suoni emessi da altri animali.

DESCRIZIONE

Uccello canoro, originario dell’Asia tropicale e dell’India. È particolarmente conosciuto per la sua capacitá di imitare la voce umana, per questa caratteristica viene spesso tenuto nelle gabbie domestiche. È uccello robusto e nero, con una macchia bianca sull’ala e appendici carnose color giallo brillante dietro alla testa.

DISTRIBUZIONE

Questa specie è stata ampiamente introdotta sulle isole tropicali di tutto il mondo, come pure in Australia, Nuova Zelanda e Sud Africa. È lunga circa 25 cm, con il corpo marrone scuro, la testa e la coda nere e becco e zampe giallo brillante. Sulle guance ha una chiazza di pelle nuda gialla, e macchie bianche sugli apici della coda e delle ali. Quest’uccello è gregario e rumoroso ed è considerato nocivo nelle zone coltivate a frutteti.

ALTRE SPECIE

Gracula religiosa (Gracula religiosa): è lunga circa 33 cm.

Leucopsa rothschildi: è un uccello bianco in estinzione, confinato sull’isola di Bali; fortunatamente si riproduce bene in cattività, per cui la piccola popolazione superstite dell’isola viene continuamente incrementata con i nuovi individui ottenuti tramite riproduzione controllata.

Gracula o merlo indiano o storno indiano

merlo indiano

CODIROSSO NORDAMERICANO

Nome scientifico: Setophaga ruticilla

Ordine: passeriformi

Famiglia: emberizidi

DESCRIZIONE

Il maschio adulto ha il dorso e la gola di un nero brillante e macchie arancioni sulle ali e sulla coda; la femmina è marrone e gialla. Entrambi i sessi hanno parti inferiori bianche.

DISTRIBUZIONE

Quest’uccelli si trova in tutto il continente nordamericano con la sola eccezione della costa del Pacifico. Vive nei boschi, nidifica sugli alberi o nei cespugli e si nutre di insetti che cattura in volo.

ALTRE SPECIE

Codirosso (Phoenicurus phoenicurus): ha una vistosa coda marrone rossiccio che contrasta con il piumaggio grigio o nero del resto del corpo. Il codirosso maschio ha faccia nera, testa grigia e nera e petto arancione. I colori della femmina sono molto più tenui e la faccia non è nera.

Distribuzione: è comune in Europa occidentale.

Famiglia: turdidi.

Codirosso spazzacamino (Phoenicurus ochruros): il maschio è in larga misura nero con alcune penne alari bianche, mentre anche in questo caso la colorazione della femmina è più pallida. Entrambe le specie (Phoenicurus phoenicurus e Phoenicurus ochruros) svernano in Africa.

Distribuzione: anche’esso è diffuso in Europa occidentale.

Famiglia: turdidi.

Codirosso tropicale (Myioborus pictus): vive in Sud America.

AMERICA SETTENTRIONALE

PICCHI DI MONTAGNA E PRATI ALPINI

La grandi catene montuose occidentali dell’America settentrionale si estendono per più di 5.600 km, dalla tundra ghiacciata dell’Alaska agli aridi altopiani della California meridionale e del Messico, passando attraverso le Montagne Rocciose e le Catene delle Cascate. Nei punti più alti, il clima è simile a quello che contraddistingue le altitudini nordiche: le successioni di habitat dalla parte più settentrionale del continente verso sud è, quindi raddoppiata. Alle altitudini più elevate è reperibile una tundra simile a quella dell’estremo nord: qui vivono uccelli reperibili anche nel Canada settentrionale, come lo Spioncello e la Pernice bianca. Nelle zone più basse delle pendici, le foreste ospitano molte specie reperibili anche in analoghi ambienti del Canada.

La complessa topografia delle montagne ha come conseguenza una distribuzione irregolare di habitat. Piccole zone di tundra possono distare molte miglia le une dalle altre, con il risultato che piccole popolazioni di uccelli sono isolate a livello locale, spesso sotto forma di sottospecie, o razze, caratterizzate da differenze di colore o disegni di piumaggio. Ad esempio, in varie parti delle montagne dell’America settentrionale occidentale esistono molte popolazioni sorprendentemente diverse di Cardellini, alcune talmente diverse da venir a lungo considerate una specie separata. Tuttavia queste popolazioni non sono mai reperibili insieme nello stesso punto, e possono quindi essere considerate membri di un’unica specie.

Picchi di montagna e prati alpini

Picchi di montagna e prati alpini

RONDONE DAL PETTO BIANCO

Nome scientifico: Aeronautes saxatilis

Piccola descrizione: 15 cm. Si tratta forse del più veloce volatore tra tutte le specie dell’America Settentrionale.

Il rondone dal petto bianco si costruisce il nido in posizione alta, sul fianco di una scogliera, inaccessibile alla maggior parte dei predatori, compreso l’uomo. Tanto poco vistoso da non venir neanche notato da lontano, il nido è una coppa bassa di piume, rametti ed erba tenuti insieme da saliva ed attaccato all’interno di una spaccatura della roccia. Il Rondone dal petto bianco è coloniale.

In genere vengono deposte quattro o cinque uova biancastre, ma, a causa della difficoltà di raggiungere il nido, non si sa nulla sui periodi di cova e svezzamento. Si può tuttavia azzardare che, come nel caso degli altri Rondoni (che durante il giorno vengono nutriti soltanto occasionalmente e spesso non ricevono alcun alimento se le giornate sono troppo fredde), i piccoli abbiano uno sviluppo molto lento. Il Rondone dal petto bianco è probabilmente la più veloce specie nordamericana, che si sposta lungo i lati della montagna a velocità formidabile. È un abile cacciatore d’insetti e, anche nella stagione degli accoppiamenti, è spesso visibile nei bassopiani desertici, a chilometri di distanza dal nido.

Rondone dal petto bianco

Rondone dal petto bianco

SPIONCELLO

Nome scientifico: Anthus spinoletta

Piccola descrizione: 15 cm. Abbandona il suo rifugio sui monti per svernare sulle spiagge o lungo i fiumi.

Sebbene molte specie di Spioncelli siano reperibili nel continente eurasiatico, soltanto due vivono e si riproducono nell’America Settentrionale. In questo continente, lo Spioncello è reperibile nella tundra artica e nei prati alpini più alti e battuti dai venti. Qui, molto al di sopra del limiti degli alberi, dove pochissimi sono i richiami degli uccelli, il ricco canto “di volo” dello Spioncello risuona particolarmente bello e melodioso.

Il nido viene posto al riparo di una sporgenza rocciosa o in un ciuffo d’erba, e contiene cinque o sei uova, a fitte macchioline marroni. La dieta dei piccoli e quasi esclusivamente insettivora. Lo Spioncello cammina alzando ed abbassando la coda, e rastrella metodicamente il terreno, alla ricerca di insetti e piccoli molluschi, che formano il grosso della sua dieta.

In autunno gli uccelli scendono dalle montagne e, insieme alle popolazioni migratorie provenienti dalla zona artica, diventano uno spettacolo abbastanza comune sulle spiagge, i letti sabbiosi dei fiumi e le zone aperte di quasi tutta l’America Settentrionale.

Spioncello

Spioncello