Amici Volanti

Amici Volanti

   Gen 16

America Settentrionale Pt.4

America settentrionale

 

Praterie e distese d’erba

 

CIVETTA DELLE TANE

 

Minacciata dall’uomo

 

Nome scientifico: Speotyto cunicularia

 

La civetta delle tane (Speotyto cunicolaria), un tempo comune nei deserti e nelle praterie aride dell’America nordoccidentale e nelle praterie delle Florida centrale, si è ritrovata con i suoi “effettivi” estremamente ridotti. Sebbene non debba guardarsi da molti nemici naturali, questo uccello è minacciato dalle attivitá venatorie dei “cacciatori sportivi” e dalla distruzione del suo habitat.

Questa minuscola civetta dalle zampe lunghe usa come nido una cavitá nel terreno: spesso sfrutta le tane abbandonate dai cani della prateria, dei tassi, delle moffette e degli scoiattoli terricoli. In caso di necessitá, la civetta allarga la cavitá con i suoi potenti artigli, ammucchiando all’esterno la terra rimossa. In Florida, il tipo di suolo leggero e sabbioso è diffuso e le civette sono quindi in grado di costruirsi da sole le loro tane.

Nella parte terminale e più riparata della tana vengono deposte da sei a dodici uova.

 

Pampas e praterie: due tipi di vita identici

 

La mancanza d’alberi e di una folta vegetazione di copertura, tipica dei deserti e delle praterie aride, ha incoraggiato lo sviluppo di un’attiva comunità sotterranea. Mentre la superficie viene regolarmente “pattugliata” dai predatori, un labirinto di gallerie sotterranee fornisce agli animali della prateria un rifugio sicuro per allevare i loro piccoli. La civetta delle tane vive sia nell’America Settentrionale che in quella Meridionale e divide il suo rifugio sotterraneo con mammiferi, rettili e roditori, i quali, pur appartenendo a specie diverse, occupano la stessa nicchia ecologica.

Riproduzione: si riproduce in foreste, principalmente di conifere. Nidifica in cavitá naturali o nel vecchio buco di un albero prodotto da un picchio.

Nido: una concavitá non rivestita internamente.

Uova: di solito 4-6, talvolta 3-7. Bianche.

Incubazione: le uova sono deposte ad intervalli di 3-4 giorni. L’incubazione puó non iniziare finchè la covata non è quasi completa. 28 giorni.

Allevamento: la femmina copre i nidiacei e li nutre con il cibo procurato unicamente dal maschio. I nidiacei abbandonano il nido a 29-32 giorni.

Cane della prateria (Cynomys ludovicianus)

Serpente a sonagli (Crotalus viridis e Crotalus durissus)

Furetto dai piedi neri (Mustela nigripes)

Viscaccia (Lagostomus maximus)

Grigione maggiore (galictis vittata)

 

Civetta delle tane

Civetta delle tane

 

ELFO

America settentrionale

 

Colorado, Sonora e Mojave: i deserti caldi

 

Nome scientifico: Micrathene whitneyi

Piccola descrizione: 10 cm. È il rapace notturno più piccolo del mondo.

 

L’elfo, poco più grande di una rondine, é in assoluto il più piccolo rapace notturno esistente al mondo.

Presenta diete erbivora, integrata di tanto in tanto da piccoli uccelli.

Raramente reperibile durante il giorno, diventa attivo sul far delle sera; lo si puó osservare senza difficoltà con l’aiuto di una lampada: esso infatti, incurante dell’insolita luce, si comporta in modo del tutto normale. Questo minuscolo predatore popola le regioni sudoccidentali degli Stati Uniti fino al continente del Messico. In suo curioso richiamo è una delle voci tipiche della sera che il visitatore dei canyons impara a riconoscere.

I saguari, un tipo di cactus, offrono all’elfo un ottimo rifugio per i nidi, come pure le querce ed alcune specie di pioppo. In particolare questo uccello nidifica all’interno di cavità presenti nei tronchi, ove depone, in maggio, tre o quattro uova bianche.

Elfo

Elfo

 

Non solo America Settentrionale

 

Famiglia: turdidi (Turdidae)

 

SALTAROCCE DEL CAPO

 

Nome scientifico: Chaetops frenatus

Piccola descrizione: 24 cm. Postura eretta e guardinga, lunga coda per equilibrarsi, zampe forti per saltellare tra i massi.

 

Questo uccello, che vive solamente sui versanti rocciosi delle montagne, è adattato a vivere tra i massi ed a correre veloce sulle superfici delle rocce a caccia di insetti e lucertole. Emette un richiamo flautato.

Nido: un nido a coppa composto di erba grossolana, carici, licheni e rametti, foderato di radici e peli, sul terreno presso una roccia.

Distribuzione: parte del Sudafrica.

Piumaggio: sessi diversi.

Habitat: luoghi rocciosi o falesie (sia sulla costa che nell’interno). Montagne.

Migrazione: stanziale.

 

Saltarocce del Capo

saltarocce del capo

Distribuzione del Saltarocce del Capo

Distribuzione del Saltarocce del capo

 

USIGNOLO DI MACCHIA SETTENTRIONALE

 

Nome scientifico: Dryomodes superciliaris

Piccola descrizione: 22 cm. Colori tenui per mimetismo, zampe lunghe da terricolo, coda lunga spesso sollevata.

Questa specie molto timida e riservata, uno snello tordo che vive sul suolo delle foresta, è difficile da vedere nel buio del suo habitat. Si muove con saltelli elastici e con la coda sollevata in cerca di insetti. Il suo richiamo è un fischio forte ed acuto che ripeterà in risposta se imitato.

Nido: una depressione circolare scavata nel terreno, rozzamente foderata di viticci di pinate, fibre e foglie.

Distribuzione: Nuova Guinea ed Australia (Queensland nordorientale).

Piumaggio: sessi simili.

Habitat: foresta – di conifera, di latifoglie, temperata, monsonica o pluviale.

Migrazione: stanziale.

 

Usignolo di Macchia Settentrionale

Usignolo di Macchia Settentrionale

Distribuzione dell’Usignolo di Macchia Settentrionale

Distribuzione dell'usignolo di macchia settentrionale

 

CALLIOPE SIBERIANA

 

Nome scientifico: Luscinia calliope

Piccola descrizione: 15 cm. La coda viene spesso scossa sul dorso, zampe agili da uccello terricolo.

 

Questo uccello è simile al Pettirosso europeo nella struttura tranne per le zampe più lunghe e forti, ma è notevolmente diverso per il piumaggio. La Calliope nidifica in fitte foreste di conifere. Si nutre di invertebrati, soprattutto catturati sul terreno.

Nido: un nido a coppa con una cupola parziale composto di fibre vegetali e steli e posto sul terreno.

Distribuzione: nidifica in Siberia. Sverna nell’Asia tropicale.

Piumaggio: sessi diversi.

Habitat: foresta – di conifere, di latifoglie, temperata, monsonica o pluviale.

Migrazione: migratore.

 

Calliope Siberiana

calliope

Distribuzione della Calliope Siberiana

Distribuzione della calliope siberiana

 

PETTAZZURRO

 

Nome scientifico: Luscinia svecica

Piccola descrizione: 14 cm. La coda viene sovente scossa e spiegata, gli uccelli del Nordeuropa hanno una macchia castana sul petto.

 

Questo uccello è simile ad un pettirosso e si nasconde nella vegetazione bassa. Nidifica nelle foreste e negli arbusteti di salici. Il suo habitat invernale sono gli arbusteti. Si nutre di insetti. Il colore della gola e del petto variano geograficamente.

Nido: un nido a coppa sul terreno tra la vegetazione fitta.

Distribuzione: nidifica in Eurasia ed Alaska. Sverna in Africa ed Asia.

Piumaggio: sessi diversi.

Habitat: prateria con alberi sparsi (comprende anche i coltivi). Zone con vegetazione a macchia, spesso spinosa. Foresta – di conifere, di latifiglie, temperata, monsonica o pluviale. Margini della foresta.

Migrazione: migratore.

 

Pettazzurro

pettazzurro

Distribuzione del Pettazzurro

Distribuzione del Pettazzurro

 

CODIROSSO SPAZZACAMINO

 

Nome scientifico: Phoenicurus ochruros

Piccola descrizione: 15 cm. Piumaggio grigio e nero del maschio in inverno, agita spesso la coda.

 

Questo uccello, amante dei luoghi rocciosi, ma adattato anche all’ambiente urbano, spesso si posa su rocce o muri. Si nutre di insetti.

Nido: un nido a coppa di materiale vegetale, foderato di erba fine, pelo e piume, posto in una fessura.

Distribuzione: parte dell’Europa, dell’Africa settentrionale ed orientale, del Medio Oriente. Alcuni migrano a Sud in inverno.

Piumaggio: sessi diversi.

Habitat: luoghi rocciosi o falesie (sia sulla costa che nell’interno).

Migrazione: migratore parziale.

 

Codirosso Spazzacamino

 codirosso spazzacamino

Distribuzione del Codirosso Spazzacamino

Distribuzione del Codirosso Spazzacamino

 

CALLENE CODABIANCA

 

Nome scientifico: Cinclidium leucurum

Piccola descrizione: 17 cm. Coda spiegata come segnale d’allarme.

 

Questo uccello, un piccolo tordo solitario e riservato, si può sovente vedere sul terreno al coperto tra la vegetazione presso un ruscello di foresta. Si nutre di insetti o di bacche, in inverno. Alcune coppie nidificano ad alte quote nell’Himalaya e svernano ad altitudini inferiori.

Nido: un nido a coppa, con una cupola od una semicupola di radichette, foglie morte e muschio, sul terreno.

Distribuzione: India nordorientale, Cina meridionale e parti dell’asia sudorientale.

Piumaggio: sessi diversi.

Habitat: foresta – di conifere, di latifoglie, temperata, monsonica o pluviale. Torrenti di montagna e vicinanze. Montagne.

Migrazione: stanziale.

 

Callene Codabianca

callene codabianca

Distribuzione del Callene Codabianca

Distribuzione del callene codabianca

 

UCCELLO AZZURRO ORIENTALE

 

Nome scientifico: Sialia sialis

Piccola descrizione: 16,5 cm. Ali e coda lunghe, piumaggio azzurro brillante.

 

Questo uccello tozzo e dal portamento eretto è un visitatore estivo dei boschi, dei frutteti e delle fattorie dove si nutre sia di insetti che di frutti. Lo si vede in grandi stormi durante durante la migrazione.

Nido: un semplice nido a coppa con un’imbottitura fine, posto in un buco d’albero od una cassetta-nido. Questa specie nidifica nei buchi. Le cassette-nido ne hanno favorito la sopravvivenza.

Distribuzione: nidifica nel Nord e nel Centro America orientali. Sverna a Sud fino al Nicaragua.

Piumaggio: sessi diversi.

Habitat: foresta aperta – cioé, con più spazio tra gli alberi. Prateria con alberi sparsi (comprende anche i coltivi).

Migrazione: migratore parziale.

 

Uccello Azzurro Orientale

uccello azzurro orientale

Distribuzione dell’Uccello Azzurro Orientale

Distribuzione dell'Uccello azzurro orientale

 

UCCELLO AZZURRO MONTANO

 

Nome scientifico: Sialia currucoides

Piccola descrizione: 18 cm. Gola petto e ventre azzurri, le ali sono lunghe ed appuntite.

 

Delle tre specie di uccelli azzurri, solo questa non ha del castano nel piumaggio. Abita praterie aperte, sopra i 1.500 m in estate, e spesso frequenta le pianure in inverno formando stormi erratici. Si nutre di insetti catturati in volo stazionario o raccolti sul terreno.

Nido: un approssimativo nido a coppa composto di materiale vegetale in un buco d’albero od in una cassetta-nido.

Distribuzione: nidifica nel Nordamerica occidentale. Migra a Sud fino al Messico in inverno.

Piumaggio: sessi diversi.

Habitat: paesaggi aperti – comprende tundra, prateria, savana e brughiera. Montagne.

Migrazione: migratore.

 

Uccello Azzurro Montano

uccello azzurro montano

Distribuzione dell’Uccello Azzurro Montano

Distribuzione dell'Uccello azzurro montano

 

SALTIMPALO

 

Nome scientifico: Saxicola torquata

Piccola descrizione: 13 cm. La testa nera contrasta con la macchia bianca sul collo, petto arancione rossiccio.

 

Questo tondeggiante uccello dalla testa nera emette acuti richiami dal tono di rimbrotto che risuonano come due pietre battute tra loro. Frequenta le brughiere aperte dove si posa sulla cima di cespugli prima di lanciarsi per catturare insetti sul terreno o talvolta in volo.

Nido: un approssimativo nido a coppa di materiale vegetale, imbottito ed incastrato tra la vegetazione a livello del terreno o poco sopra.

Distribuzione: la maggior parte dell’Europa, del Medio Oriente e dell’Africa. Alcune popolazioni migrano a Sud in inverno.

Piumaggio: sessi diversi.

Habitat: paesaggi aperti – comprende prateria, tundra, savana e brughiera.

Migrazione: migratore parziale.

 

Saltimpalo

saltimpalo

Distribuzione del Saltimpalo

Distribuzione del saltimpalo

 

CULBIANCO COMUNE

 

Nome scientifico: Oenanthe oenanthe

Piccola descrizione: 15 cm. Gli uccelli in postura sostano per guardarsi intorno, quando prendono il volo esibiscono un disegno bianco e nero sul groppone.

 

Questa specie, un uccello poco vistoso che frequenta ambienti aperti e spogli, si nutre sul terreno di invertebrati. Caccia anche insetti in volo.

Nido: una coppa imbottita, composta di erba e muschio, in una cavità.

Distribuzione: nidifica in Eurasia e nel Nordamerica settentrionale. Sverna in Africa.

Piumaggio: sessi simili.

Habitat: paesaggi aperti – comprende prateria, tundra, savana e brughiera.

Migrazione: migratore.

 

Culbianco Comune

Culbianco comune

Distribuzione del Culbianco Comune

Distribuzione del Culbianco comune